Ergastolo a Setola, giustizia per Mimmo Noviello

Sei anni e sei mesi dopo, giustizia anche per Mimmo Noviello. Ergastolo, come dovuto, a Giuseppe Setola. La Corte di Assise ha spazzato via i suoi strumentali tentativi di collaborazione con la giustizia, tardiva e inutile per l’accertamento della verità sulla tragica stagione delle stragi firmate dal clan dei Casalesi

Annunci

GIUSTIZIA: CANCELLIERI “NO MARCIA INDIETRO SU GEOGRAFIA GIUDIZIARIA”

CATANIA (ITALPRESS) – “Il tribunale di Nicosia rappresenta una
voce forte così come sono altrettanto forti le altre voci sul
territorio nazionale. Bloccare quella riforma, come sapete, e’
praticamente impossibile. Ci stiamo quindi riflettendo, ma grandi
spese non c’e’ ne sono”. Lo ha detto il Ministro della Giustizia
Annamaria Cancellieri oggi pomeriggio a Catania durante
l’inaugurazione del reparto detenuti dell’ospedale Cannizzaro,
parlando della nuova geografia giudiziaria. Ad attendere il
ministro c’era una delegazione del Tribunale di Nicosia, destinato
alla chiusura, che l’ha contestata poco prima che presenziasse ad
un convegno.

GIUSTIZIA: ANAI, NO A SMANTELLAMENTO TRIBUNALE DI NAPOLI

GOVERNO DEL ‘FARE MALE’, ARROGANZA SU REVISIONE SELVAGGIA
GEOGRAFIA GIUDIZIARIA
      Roma, 24 giu. (Adnkronos) – “Sono 19 le ordinanze dei tribunali
italiani di rimessione alla Corte Costituzionale e 11 le sentenze e
ordinanze dei Tar di tutt’Italia che hanno annullato o sospeso
illegittimi provvedimenti di soppressione di uffici giudiziari. Una
ecatombe giudiziaria che fa ben sperare nella pronuncia della Corte
Costituzione, la cui udienza e’ fissata per i giorni 2 e 3 luglio”. Lo
afferma l’Associazione nazionale avvocati italiani (Anai), denunciando
che “si parla addirittura dello smantellamento del Tribunale di Napoli
e della creazione a settembre di un nuovo Tribunale ad Aversa presso
la Reggia Aragonese che attualmente ospita la scuola di formazione
della polizia penitenziaria”.
      “Confidiamo che la Consulta voglia esaminare tutti (e non solo
alcuni) dei provvedimenti di rimessione – dichiara il presidente Anai
Maurizio De Tilla – ma intanto il ministero della Giustizia,
noncurante delle illegittimita’ continua a fare affermazioni che
ignorano gli accertamenti giudiziari e propongono immediati
trasferimenti ed allocazioni di uffici senza alcuna razionalita’”. “A
parte l’illegittimita’ dell’istituzione del Tribunale di Napoli Nord –
continua – si tratta di una sede assolutamente inidonea ed
improponibile che peggiora enormemente la situazione giudiziaria del
territorio. Il che non e’ concepibile in un rapporto corretto tra
cittadini e Amministrazione della giustizia”.
      “Con la collocazione del nuovo tribunale – continuato il
presidente Anai- verrebbero ‘spezzettate’ le competenze nelle indagini
sul clan dei Casalesi tra il tribunale di S. M. Capua Vetere e il
fantomatico Tribunale di Napoli Nord. E poi perche’ si insiste in
perentorie affermazioni senza cautela quando il Tar Campania ha
sospeso qualsiasi provvedimento di soppressione e di trasferimento in
attesa della decisione della Corte Costituzionale?”, chiede. ” Sulla
giustizia – conclude – possiamo dire che assistiamo ad una politica
insensata di un governo del ‘Fare male'”.